Roma, la città eterna, che vive di continue contraddizioni tra la sua grande bellezza e i suoi problemi, che rientrano nell’ottica delle tantissime e serie problematiche amministrative, finanziarie, strutturali, economiche e sociali. Al di là di tutte queste possibili problematiche, che non competono interamente al cittadino, soprattutto se si tratta di un turista, Va bene a sottolineare quali siano le 5 più belle attrazioni da visitare a Roma. Dai monumenti fino alle grandi opere architettoniche, Ecco Quali sono le migliori che meritano di essere visitate assolutamente.

Colosseo

La prima attrazione che merita di essere visitata a Roma e sicuramente Il Colosseo: si tratta di una tappa immancabile di qualsiasi tipo di visita che si potrebbe effettuare a Roma. Il Colosseo è una delle opere architettoniche più celebri al mondo, dalla grandissima storia e soprattutto dal grande pregio artistico.

Il suo nome originale, Anfiteatro Flavio, è dovuto alla costruzione che è stata ultimata proprio durante la dinastia Flavia. All’interno del Colosseo i Romani si divertivano ad assistere a lotte tra gladiatori e belve, in uno degli spettacoli più cruenti ed emozionanti dell’antica Roma. Oggi Il Colosseo è sede di visite turistiche, veri e propri tour e tanto altro ancora. Grazie alla fermata della metropolitana, è possibile raggiungerlo molto semplicemente fin dalla stazione centrale di Roma.

Altare della Patria

L’altare della patria è la seconda tra le 5 attrazioni più belle da visitare a Roma. Si tratta di un monumento storico, realizzato per celebrale il re Vittorio Emanuele II, colui che portò a termine il processo politico per giungere all’unità d’Italia. L’altare della patria assunto una grandissima importanza specie nell’età del fascismo, quando era teatro di grandissime manifestazioni di regime e spettacoli di varia natura, mentre oggi non soltanto il simbolo della città di Roma, ma anche un vero e proprio pregio artistico e culturale all’interno della capitale.

Baia capo a partire dalla stessa fermata che si utilizza per giungere al Colosseo, utilizzando la metro B di Roma, si potrà aggiungere in questo importantissimo monumento. Pagando il prezzo di €7, ridotto per gli under 18 e gli over 65, si potrà visitare uno dei monumenti artistici più importanti della storia dell’arte.

Pantheon

Terza tra le 5 attrazioni più belle da visitare a Roma e sicuramente il Pantheon, un vero e proprio simbolo della città romana oltre che una delle opere architettonicamente parlando più importanti che siano mai state realizzate nella storia dell’arte romana e dell’umanità in generale. Il Pantheon si presenta attraverso una struttura incredibilmente nota, che permette di rapportarsi ad un’entrata segnata dal pregevole timpano e dalla intestazione che vede la dedica a Menenio Agrippa.

Tuttavia, la caratteristica principale di questo monumento romano, e sicuramente la cupola che non si nota di primo acchito giungendo all’interno del Pantheon ma che offre una grandissima panoramica e prospettiva di questo pregevole monumento. Il nome Pantheon deriva dal greco Pan, tutti, e Theon, divinità. In effetti, L’edificio è dedicato a tutte le divinità ed è stato fatto costruire dall’imperatore Adriano tra il 118 e il 125 dopo Cristo. Inizialmente fu un tempio pagano, Poi fu convertito a basilica cristiana a partire dal 609 dopo Cristo.

Oltre che al grandissimo pregio artistico e culturale di questo monumento romano, che caratterizza una delle opere architettoniche meglio realizzate nel corso della storia, all’interno del Pantheon si può avere a che fare anche con altre realtà artistiche: bassi sottolineare la presenza della celebre tomba di Raffaello Sanzio, uno degli artisti più importanti della storia del Rinascimento italiano. Non solo: il Pantheon nel corso della storia è stato anche luogo di riposo dei sovrani d’Italia, tra cui Vittorio Emanuele II, Umberto Primo e Margherita di Savoia. Accedere al Pantheon è possibile, nonostante le continue polemiche, gratuitamente: si tratta di un tempio aperto a tutti e soprattutto a tutte le religioni.

Musei Vaticani

Come si può parlare delle 5 attrazioni più belle da visitare a Roma se non citando i celeberrimi Musei Vaticani? In questo luogo dal grandissimo pregio artistico e culturale sono conservate opere artistiche di grandissima è importantissima natura, tra cui le opere che sono state realizzate non soltanto nella storia dell’arte antica, ma anche da veri e propri maestri della storia dell’arte: Raffaello, Caravaggio, Leonardo da Vinci e Michelangelo.

Proprio a proposito di quest’ultimo, sarebbe impossibile non citare la incredibile e famosissima Cappella Sistina, un prodotto di tantissimi anni di studio e lavoro da parte del genio rinascimentale, che ogni giorno accoglie più di 20 mila visitatori e che è diventata celebre per la sua incredibile volta affrescata, oltre che per il Giudizio Universale. I musei vaticani sono riconosciuti in tutto il mondo come uno degli esempi artistici più splendidi e ricchi presenti sulla terra. Accedere all’interno degli stessi ha un costo di €16, ridotto alla metà o addirittura €4 se in presenza di gite scolastiche.

Basilica di San Pietro

Ultimo tra i monumenti e le bellezze artistiche della città di Roma che meritano di essere citati e sicuramente la Basilica di San Pietro, un monumento che ha importanza sotto ogni aspetto che si voglia considerare: dallo Skyline architettonico della capitale d’Italia, fino alla funzione religiosa che non può essere non Sottolineata. La caratteristica principale della Basilica di San Pietro e sicuramente la cupola, adornata è progettata da Michelangelo, e accompagnata dalla presenza di un Portico colonnato che è stato invece realizzato da Bernini.

Nel corso degli anni la basilica è diventata il vero e proprio epicentro della cristianità romana e mondiale, anche a seguito di un intervento realizzato in occasione del regime fascista che ha voluto porre la basilica al centro della realtà cittadina eliminando il quartiere antistante alla stessa.  la basilica e le tombe sono gratuite, mentre Per chi volesse accedere alla cupola il costo del biglietto è di €7, €5 se si vogliono percorrere i gradini senza utilizzare l’ascensore.