Tempo fa, alle Scuderie del Quirinale, è stata allestita una meravigliosa mostra sul noto artista Raffaello.

Visto il periodo del lockdown dovuto alla pandemia da Coronavirus che ancora imperversa in tutto il mondo, la mostra fu prorogata fino al 30 agosto.

Tuttavia, nonostante la proroga, in molti che avevano già acquistato il biglietto, non sono riusciti a vederla.

Inoltre, anche coloro che hanno potuto visitare questa galleria sono state molto penalizzate in quanto, in seguito al Covid19, sono state prese delle misure che hanno comportato la riduzione degli ospiti all’interno della galleria, portando il numero ad un massimo di 10 persone ogni 5 minuti tramite una prenotazione obbligatoria anche se non nominale.

Ma non bisogna disperare dal momento che a Roma è possibile ammirare numerose opere del noto artista rinascimentale, sparse in vari luoghi della città.

La mostra presso le scuderie del Quirinale

La pandemia si è abbattuta su ogni aspetto della vita, compreso quelli dello cultura, del turismo e dello spettacolo, ma il caso della mostra dedicata a Raffaello è stato molto discusso, poiché questa mostra è stata inaugurata i primi di marzo, ma a causa della pandemia è durata pochissimi giorni, fino alla riapertura avvenuta il 2 giugno.

Ora che la mostra è terminata e che molti non hanno potuto visitarla, c’è chi vuole appropriarsi a tutti i costi di un biglietto.

Nel caso non fosse possibile non c’è da abbattersi, in quanto esistono molte opere che potrebbero essere apprezzate anche se non possono essere ammirate durante questa mostra.

Le opere d’arte di Raffaello presenti a Roma

Presso le stanze dei Musei Vaticani, che in questi periodi sono molto deserte, è possibile visitare e osservare degli affreschi a opera di Raffaello, che sono conservati in queste mura da molti anni.

Gli affreschi realizzati da un Raffaello appena venticinquenne, rappresentano delle storie inerenti anche al Papa Giulio II, che all’epoca venne conosciuto come un papa dispotico che aveva dei comportamenti molto ostili verso i poeti e gli artisti.

Per quanto riguarda invece la Pinacoteca dei Musei Vaticani, è possibile trovare delle opere sempre realizzata da Raffaello tra cui l’Incoronazione della Vergine o Palazzo dei Dipinti realizzato nel 1502 a Perugia, che raffigura l’Annunciazione, l’Adorazione dei Magi e la Presentazione al tempio.

È possibile osservare anche la Madonna di Foligno del 1511, ed infine la trasfigurazione, un’opera relativa agli ultimi giorni di vita dell’artista.

Le altre opere d’arte

Tra le altre opere d’arte, una delle più importanti che si trova presso le Scuderie del Quirinale è la Fornarina, ovvero un ritratto presunto dell’amante Margherita luti, che venne dipinta da Raffaello tra il 1518 e il 1519, e che a breve tornerà ad essere collocata presso Palazzo Barberini.

Sempre nella mostra è collocata la Dama con liocorno, che raffigura questo animale mitologico che può essere domato solamente da una vergine, e la Deposizione Baglioni, che ricorda il massacro di Perugia che passò alla cronaca come le nozze di sangue durante le quali morì Atalanta Baglioni.

La villa Farnesina

Tra i magnifici affreschi di Villa Farnesina è possibile ammirare la Loggia di Psiche al piano terra ed il Trionfo di Galatea, e al termine di questa visita è possibile rendere un omaggio a Raffaello, in quanto se si cammina ancora 10 minuti fino al Pantheon, si potrà visitare la sua tomba e deporvi un fiore per omaggiare il famoso artista.