Profondo Rosso, il negozio di Dario Argento a Roma

Profondo Rosso: un negozio da paura!

La paura fa 90 dicono, ma in questo caso il numero adatto è 80. Perchè verso la fine degli anni ’80 favoleggiavo di visitare Profondo Rosso, ovvero il negozio di Dario Argento, immaginandolo come un gigantesco regno dell’horror, la versione splatter di un luna park, perchè nulla di meno poteva essere qualcosa gestito dal Maestro. Poi gli anni sono passati, e così la fama di Argento, e il piccolo negozietto di via dei Gracchi (con museo annesso) è finito tra le ultime posizioni delle cose da vedere in città, almeno per me.

Del resto i tempi di Suspiria, Profondo Rosso, Tenebre e Inferno sono ormai così lontani che solo qualche sussulto vintage o tardivi omaggi di cinefili stranieri possono riaccendere le luci sull’uomo che un tempo se la regnava davvero in tema di film de paura.

profondorosso2

Nonostante l’aspettativa di polverosa sòla quindi, ci siamo ugualmente recati nel quartiere Prati per visitare il negozio ma soprattutto il “museo degli orrori” che si nasconde nel suo sottoscala. Perchè è una cosa che esiste solo qui, che non troveremo altrove, e come tutte le cose uniche merita una visita, specie se avete sinceramente amato qualche film di questo controverso regista.

IL MUSEO DEGLI ORRORI

profondorosso3

L’accesso al museo oggi costa 5 euro, ed è un prezzo a mio parere esorbitante dato che in dieci passi avrete visto tutto. Ma se siete cresciuti con queste cose potrete godere di buoni amarcord tra la pupazza zombie di Demoni, il terribile bambino di Phenomena e qualche altro reperto proveniente dai set originali.


Menzione speciale per il celeberrimo specchio di Profondo Rosso dove potrete specchiarvi con lo sfondo del misterioso quadro “delle facce”, dettaglio che comprenderà solo chi conosce il film. Il museo si ambienta in un corridoio, dove i cimeli sono esposti dietro le sbarre delle segrete, e la voce registrata del regista vi accompagna tra gli ambienti bui e le luci rosse. Ripeto, non aspettatevi molto: si tratta di qualche polveroso pupazzo di lattice, ma sta a voi attribuire o meno un valore storico o “sentimentale” a questi oggetti.

profondorosso4

IL NEGOZIO

Il negozio al piano terra invece è un piccolo punto di riferimento per gli amanti di libri e film del genere, e vi troverete anche maschere, oggettistica e accessori per make up truculenti. Se siete così giovani da aver conosciuto l’horror solo grazie alle nuove serie tv o ai fumetti, questo potrebbe essere un bizzarro salto indietro nel tempo per voi.

profondorosso5

Se invece Sam Raimi, Romero, Tobe Hooper, Carpenter, Wes Craven (e ovviamente Dario Argento) sono nomi che vi portate nel cuore, sarà sempre bello riappropriarsi di qualche scheggia (insanguinata) di anni ottanta e sentirsi come quando tornavate a casa di corsa per leggere i libri di Stephen King assicurandovi di continuo che non ci fossero entità maligne in agguato sotto il letto.

Se vi piace l’argomento poi non dimenticate di leggere la nostra Guida ai luoghi oscuri di Roma!


libri che parlano di roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *