migliori burger roma

Guida ai migliori hamburger di Roma

migliori hamburger romaCi sono due cose a cui difficilmente riesco a dire di no, anzi tre (cibo parlando). La prima su tutti è la pizza. Se volete corrompermi senza dover perdere tempo con giochetti e torture portatemi un bel pezzo di pizza e non avrò più segreti.

La seconda è venuta fuori più tardi, perché più tardi si è diffusa: gli hamburger. La terza invece sono i cornetti, per me vera droga quasi quotidiana. Non che non ami mangiare il resto, mi cascasse un panino se lo dico, ma queste sono quelle tre cose che potrei mangiare sempre, senza stancarmi mai.

Sulla pizza tuttavia abbiamo già parlato e sui cornetti forse ne parleremo più avanti, quindi questa volta ci dedicheremo esclusivamente agli hamburger. Quella che segue è una piccola “guida”, molto personale, sulle mie hamburgherie preferite.

migliori hamburger romaNon amo dare voti come non amavo riceverli ai tempi della scuola (forse perché non erano sempre molto alti) quindi non ho intenzione di stilare una classifica con un ordine preciso dalla più buona alla peggiore in assoluto, ma fare più un elenco delle principali proposte sulla piazza che ho trovato personalmente molto buone e valide.

Ovviamente come punto di partenza ho usato le mie papille gustative che ammetto non essere ancora molto “professionali” quindi se non trovate quello che secondo voi è in realtà il più buono non è perché non ho apprezzato quella hamburgheria piuttosto che un’altra, ma semplicemente forse ancora non l’ho provata o ho preferito ricordare quelli che a me hanno maggiormente colpito, non aspettatevi quindi di un trattato sulla somma hamburgherologia imparziale e troppo oggettiva.

ECCO I MIGLIORI BURGER DI ROMA:

Clicca sui nomi delle hamburgerie per i dettagli


T-BONE STATION

roma cheeseburgerLo so, è una catena; e come ogni catena viene vista come qualcosa di tendente al commerciale. Però non potevo non menzionarlo in questa guida, vuoi soprattutto per un valore affettivo. E’ qui (e poi al Funny Burger) che ho cominciato a provare degli hamburger diversi da quelli degli storici fast-food (che non  rinnego). Ormai ho perso il conto di quanti Monterey Burger mi sono mangiato. Cottura media (poi con il tempo diventata al sangue), formaggio Tex-Mex, cipolla croccante e il buonissimo chorizo, una vera delizia. Ottimi anche i nachos (Supreme su tutti) e i dolci. Sono famosi anche per la buona qualità della carne. Non indifferente: si può anche ordinare d’asporto.

KILO RESTAURANT / FUNNY BURGER

Hamburger di Funny Burger & KiloCome scritto prima, è anche qui che ho continuato la mia “iniziazione” al mondo dei veri hamburger. Grandi dimensioni (tra cui il Supermega Funny , classe 2 kg da dividere in più commensali), buona la carne e molto buona la preparazione. Uno dei miei preferiti è il crispy chicken burger con petto di pollo in croccante crosta di cornflakes. Molto buoni gli antipasti (come la torre di rings di cipolla e pollo) e i dolci (oreo cakes!!). Ricordatevi di prenotare perché sempre molto affollato.

OPEN BALADIN

Enorme Burger di Open Baladin a RomaC’è poco da dire su questa hamburgeria se non che è una delle più buone in assoluto che abbia mai provato. Più caro delle altre ma vale ogni euro speso (contorno non compreso con il panino). La qualità della carne è ottima, come quella del pane e della lavorazione e creazione di ogni panino. Ho provato sia L’enorme (che in realtà è il canonico hamburger con tanti strati di bacon), il No.Au con tartare di carne (delizioso) e il norcino. Cavolo quanto erano buoni, cavolo. La cottura era perfetta e la composizione veramente saporita.

Ottime le salse preparate da loro e ottimi i fritti da abbinare, come le varie patate e le strisce di pollo dorato e marinato al curry. A loro anche il pregio di creare sempre nuovi e interessanti panini e varianti sul tema (anche vegani) e avere una carta delle birre immensa. Consigliata la prenotazione.

QUARTO BURGER

quarto4Buona hamburgeria in quel di Prati. Apparentemente piccola nasconde poi diverse sale interne. Qui si va solo per mangiare buoni hamburger e la scelta è veramente molto ampia. Personalmente ho provato il 00168, che non è il mio CAP ma un hamburger da 300 gr. di bovino, cheddar, bacon, maionese, cipolla caramellata e ketchup; buono e abbondante. Molto buoni  gli sfilacci di pollo e i dolci. Carino l’ambiente e l’arredamento che ricorda il passato pugilistico del proprietario.

 

KNICK KNACK YODA

knick knack yoda hamburger romaStorica hamburgeria del quartiere Prati, caratterizzata da un look techno-punk in stile berlinese, e capace di sfornare hamburger deliziosi e preparati con ingredienti italiani. Se volete allontanarvi dal classico feel americano e immergervi nell’atmosfera di un posticino piccolo ma unico, qui avrete decini di panini da sfidare, accompagnati da musica elettronica e sapori creativi. Anche qui i burger arrivano senza contorno incluso, ma potere scegliere l’accompagnamento da un ricco menu.

HARD ROCK CAFE

Hard Rock Cafe roma burgerE qui mi aspetto grida di furore, ma premetto che sì, è un posto molto turistico e poco romano. Giustissimo e non lo nego. Però non posso neanche negare che l’atmosfera internazionale ha il suo fascino e gli hamburger li sanno fare comunque bene e belli tosti, oltre al non trascurabile particolare che è l’unico posto a Roma dove c’è il refill infinito di bevande. Il mio preferito? The Texan. Sfilacci di maiale affumicato, chipotle, salsa barbecue, cheddar, formaggio Monterey Jack e infinite cipolle e jalapenos fritti e croccanti; e ho detto tutto.

HAM HOLY BURGER

Dopo l’importante rinnovo è tornato ad essere un’ottima scelta per provare degli ottimi hamburger. Scelta varia (ottimo il Cremoso), ingredienti ben integrati e abbinati con trovate originali. Ambiente piacevole ed ora lo si può trovare anche nella nuovissima terrazza nella stazione Termini, scelta azzeccata e che da gusto e colore anche all’attesa di un treno, si va sul sicuro e non delude.

 

TRICOLORE

tricoloreOriginalità e grande attenzione negli ingredienti. Sono i due punti di forza del Tricolore, tanto caro alla nostra Terricore. Si parte dalla base, il pane, proposto in numerose varianti come al cavolo nero, al thè o quello di patate da noi provato. Poi tocca agli ingredienti, usati con creatività ed abbinati con molta cura. Tricolore ormai è diventato un must per gli amanti dei burgers e merita assolutamente di essere provato almeno una volta nel suo punto vendita nel nuovo Mercato Testaccio.


 

Leggi anche la nostra guida al migliore street food di Roma e la guida ai migliori supplì di Roma


libri che parlano di roma